CUVANA Coupon Special - Take 20% OFF on Total Order by using coupon code: SPRINGSAVE at check out! This coupon is valid through June 20th.

Lettore di ebook: Quali sono i motivi per acquistarlo?

Con il termine lettore di ebook o ebook reader non si vuole altro che indicare un dispositivo mobile simile nelle dimensioni e nel formato al più conosciuto tablet la cui unica funzione è di offrire un'esperienza di lettura simile a quello di un libro, ma in versione digitale.

La differenza fra un tablet e un lettore di ebook è nelle funzioni e nel prezzo del prodotto, infatti quest'ultimo ha un prezzo di vendita ben inferiore.

Vediamo quali sono i vantaggi nell'usare un lettore di ebook

I motivi per usare un prodotto del genere sono la possibilità di acquistare i libri in digitale a prezzi più bassi rispetto allo stesso titolo nella versione cartacea e la capacità di archiviare e rendere trasportabile una piccola biblioteca in un dispositivo mobile dal peso di 300/400 grammi.

Con un ebook reader si possono immagazzinare una grande quantità di volumi e alcuni produttori offrono come servizio aggiuntivo gratuito anche un sistema di archiviazione online senza limiti di spazio per estendere le capacità di immagazzinamento del lettore. 

L'accesso ai libri conservati online è accessibile tramite una connessione Internet consentendone di fatto la disponibilità in ogni momento e in ogni luogo.

Scegliere un tablet o un ebook reader

Il tablet è un dispositivo a 360 gradi che fa un po' di tutto, compreso la lettura dei libri in versione digitale, ma il suo schermo non è adatto ad offrire una lettura riposante e ottimale che di norma gli ebook reader sono in grado di dare grazie a display progettati per fornire un'esperienza di lettura rilassante per la vista, oltre al fatto che il loro prezzo di vendita è veramente abbordabile da tutti.

I lettori di ebook

Esistono diversi modelli sul mercato come quello della IBS, Kobo e infine il lettore per libri digitali Kindle Paperwhite di Amazon.

Quest'ultimo è fornito di una tecnologia brevettata che garantisce una lettura rilassante per la vista grazie ad un sistema particolare di retroilluminazione.

L'evoluzione tecnologica dei nuovi ebook reader cerca di avvicinare sempre di più l'esperienza di lettura a quella del libro in versione cartacea grazie a display che forniscono una buona visione dei testi in tutte le condizioni di luce.

Il futuro dei libri digitali nella scuola

Anche in Italia i libri digitali sbarcheranno nelle scuole italiane, infatti, è previsto che si dovranno iniziare ad adottare dei testi in formato digitale dal 2014, questo porterà un risparmio per le famiglie e alleggerirà le spalle degli studenti, i loro zaini diventeranno meno pesanti e il portafoglio sarà meno leggero. 

I vantaggi per comprare un prodotto del genere sono diversi che vanno da quello economico per libri dal prezzo più basso, alla comodità di poter portare con se centinaia di libri in un dispositivo dalle dimensioni di un tablet.

Informazioni sull'Autore

Francesco Martinis

Fonte: Article-Marketing.it

Google sorpassa Apple: dopo 5 anni, Apple non è più il marchio di maggior valore al mondo

SALERNO. La vicenda è avvenuta giovedì quando una neomamma ha coccolato e allattato la sua piccola fino a quando è giunto il momento del cambio del pannolino.

Già, proprio in quel momento  la scoperta scioccante: quel neonato che aveva allattato e coccolato non era la sua Gessica ma era un maschietto.

Sulla vicenda è intervenuto il fratello della neomamma che al giornale la Città di Salerno ha dichiarato: «Se fossero state due femminucce, mia sorella non avrebbe mai scoperto che non si trattava di sua figlia. Mia sorella ha partorito in mattinata e subito dopo mia nipote è stata portata nel nido senza averle applicato il braccialetto, che le è stato messo solo in un secondo momento ce l’hanno riportata vestita con una tutina rosa e mia sorella raggiante l’ha abbracciata e l’ha allattata. Poi quando nel pomeriggio le è stato cambiato il pannolino, e si è visto che si trattava di un maschietto, la gioia è sparita per fare posto alla disperazione e alle lacrime. A quel punto il personale della clinica è corso nella camera dell’altra mamma. Gessica, vestita d’azzurro, era tra le braccia dell’altra mamma, ignara di tutto. Alla signora è stato detto che le portavano via il piccolo per cambiargli il pannolino e solo dopo hanno portato i rispettivi pargoli alle mamme».

Le due famiglie sono state sommerse dai dubbi a tal punto che hanno contattato la polizia per chiederne l’intervento e ora la famiglia della piccola Gessica è in apprensione in attesa del risultato dell’analisi del DNA.

Su questo il fratello della neomamma ha aggiunto «Le bimbe nel nido quel giorno erano cinque, incluso mia nipote, e quindi oggi mio cognato si è sottoposto al prelievo del sangue. Vuole essere certo di portare a casa sua figlia, visto che nel nido c’erano più bambine». La Nonna materna, presente nel momento del cambio pannolino ha dichiarato  «Non è stato uno scambio di tutine ma uno scambio da femmina a maschio. Scoprirlo è stato scioccante. Abbiamo voluto l’esame del Dna perché ci sono troppi dubbi, cioè sei parti tra cui cinque femmine e un maschio. Spero che chi ha sbagliato, ne paghi le conseguenze. Un giorno così bello è diventato un incubo». Tutti i familiari, spiega la nonna materna, sono rimasti increduli di fronte a un episodio così sconcertante. «Abbiamo chiamato la polizia per capire come sia potuta accadere una cosa così terribile. Avere un bambino per mezza giornata tra le braccia e fare quella scoperta ci ha sconvolto».

- See more at: http://www.occhiodisalerno.it/cronaca/salerno-bambini-ruggi-scambio/#sthash.Fqf0REsY.dpuf

asssffhhh

SALERNO. La vicenda è avvenuta giovedì quando una neomamma ha coccolato e allattato la sua piccola fino a quando è giunto il momento del cambio del pannolino.

Già, proprio in quel momento  la scoperta scioccante: quel neonato che aveva allattato e coccolato non era la sua Gessica ma era un maschietto.

Sulla vicenda è intervenuto il fratello della neomamma che al giornale la Città di Salerno ha dichiarato: «Se fossero state due femminucce, mia sorella non avrebbe mai scoperto che non si trattava di sua figlia. Mia sorella ha partorito in mattinata e subito dopo mia nipote è stata portata nel nido senza averle applicato il braccialetto, che le è stato messo solo in un secondo momento ce l’hanno riportata vestita con una tutina rosa e mia sorella raggiante l’ha abbracciata e l’ha allattata. Poi quando nel pomeriggio le è stato cambiato il pannolino, e si è visto che si trattava di un maschietto, la gioia è sparita per fare posto alla disperazione e alle lacrime. A quel punto il personale della clinica è corso nella camera dell’altra mamma. Gessica, vestita d’azzurro, era tra le braccia dell’altra mamma, ignara di tutto. Alla signora è stato detto che le portavano via il piccolo per cambiargli il pannolino e solo dopo hanno portato i rispettivi pargoli alle mamme».

Le due famiglie sono state sommerse dai dubbi a tal punto che hanno contattato la polizia per chiederne l’intervento e ora la famiglia della piccola Gessica è in apprensione in attesa del risultato dell’analisi del DNA.

Su questo il fratello della neomamma ha aggiunto «Le bimbe nel nido quel giorno erano cinque, incluso mia nipote, e quindi oggi mio cognato si è sottoposto al prelievo del sangue. Vuole essere certo di portare a casa sua figlia, visto che nel nido c’erano più bambine». La Nonna materna, presente nel momento del cambio pannolino ha dichiarato  «Non è stato uno scambio di tutine ma uno scambio da femmina a maschio. Scoprirlo è stato scioccante. Abbiamo voluto l’esame del Dna perché ci sono troppi dubbi, cioè sei parti tra cui cinque femmine e un maschio. Spero che chi ha sbagliato, ne paghi le conseguenze. Un giorno così bello è diventato un incubo». Tutti i familiari, spiega la nonna materna, sono rimasti increduli di fronte a un episodio così sconcertante. «Abbiamo chiamato la polizia per capire come sia potuta accadere una cosa così terribile. Avere un bambino per mezza giornata tra le braccia e fare quella scoperta ci ha sconvolto».

- See more at: http://www.occhiodisalerno.it/cronaca/salerno-bambini-ruggi-scambio/#sthash.Fqf0REsY.dpuf

asSALERNO. La vicenda è avvenuta giovedì quando una neomamma ha coccolato e allattato la sua piccola fino a quando è giunto il momento del cambio del pannolino.

Già, proprio in quel momento  la scoperta scioccante: quel neonato che aveva allattato e coccolato non era la sua Gessica ma era un maschietto.

Sulla vicenda è intervenuto il fratello della neomamma che al giornale la Città di Salerno ha dichiarato: «Se fossero state due femminucce, mia sorella non avrebbe mai scoperto che non si trattava di sua figlia. Mia sorella ha partorito in mattinata e subito dopo mia nipote è stata portata nel nido senza averle applicato il braccialetto, che le è stato messo solo in un secondo momento ce l’hanno riportata vestita con una tutina rosa e mia sorella raggiante l’ha abbracciata e l’ha allattata. Poi quando nel pomeriggio le è stato cambiato il pannolino, e si è visto che si trattava di un maschietto, la gioia è sparita per fare posto alla disperazione e alle lacrime. A quel punto il personale della clinica è corso nella camera dell’altra mamma. Gessica, vestita d’azzurro, era tra le braccia dell’altra mamma, ignara di tutto. Alla signora è stato detto che le portavano via il piccolo per cambiargli il pannolino e solo dopo hanno portato i rispettivi pargoli alle mamme».

Le due famiglie sono state sommerse dai dubbi a tal punto che hanno contattato la polizia per chiederne l’intervento e ora la famiglia della piccola Gessica è in apprensione in attesa del risultato dell’analisi del DNA.

Su questo il fratello della neomamma ha aggiunto «Le bimbe nel nido quel giorno erano cinque, incluso mia nipote, e quindi oggi mio cognato si è sottoposto al prelievo del sangue. Vuole essere certo di portare a casa sua figlia, visto che nel nido c’erano più bambine». La Nonna materna, presente nel momento del cambio pannolino ha dichiarato  «Non è stato uno scambio di tutine ma uno scambio da femmina a maschio. Scoprirlo è stato scioccante. Abbiamo voluto l’esame del Dna perché ci sono troppi dubbi, cioè sei parti tra cui cinque femmine e un maschio. Spero che chi ha sbagliato, ne paghi le conseguenze. Un giorno così bello è diventato un incubo». Tutti i familiari, spiega la nonna materna, sono rimasti increduli di fronte a un episodio così sconcertante. «Abbiamo chiamato la polizia per capire come sia potuta accadere una cosa così terribile. Avere un bambino per mezza giornata tra le braccia e fare quella scoperta ci ha sconvolto».

- See more at: http://www.occhiodisalerno.it/cronaca/salerno-bambini-ruggi-scambio/#sthash.Fqf0REsY.dpuf

SALERNO. La vicenda è avvenuta giovedì quando una neomamma ha coccolato e allattato la sua piccola fino a quando è giunto il momento del cambio del pannolino.

Già, proprio in quel momento  la scoperta scioccante: quel neonato che aveva allattato e coccolato non era la sua Gessica ma era un maschietto.

Sulla vicenda è intervenuto il fratello della neomamma che al giornale la Città di Salerno ha dichiarato: «Se fossero state due femminucce, mia sorella non avrebbe mai scoperto che non si trattava di sua figlia. Mia sorella ha partorito in mattinata e subito dopo mia nipote è stata portata nel nido senza averle applicato il braccialetto, che le è stato messo solo in un secondo momento ce l’hanno riportata vestita con una tutina rosa e mia sorella raggiante l’ha abbracciata e l’ha allattata. Poi quando nel pomeriggio le è stato cambiato il pannolino, e si è visto che si trattava di un maschietto, la gioia è sparita per fare posto alla disperazione e alle lacrime. A quel punto il personale della clinica è corso nella camera dell’altra mamma. Gessica, vestita d’azzurro, era tra le braccia dell’altra mamma, ignara di tutto. Alla signora è stato detto che le portavano via il piccolo per cambiargli il pannolino e solo dopo hanno portato i rispettivi pargoli alle mamme».

Le due famiglie sono state sommerse dai dubbi a tal punto che hanno contattato la polizia per chiederne l’intervento e ora la famiglia della piccola Gessica è in apprensione in attesa del risultato dell’analisi del DNA.

Su questo il fratello della neomamma ha aggiunto «Le bimbe nel nido quel giorno erano cinque, incluso mia nipote, e quindi oggi mio cognato si è sottoposto al prelievo del sangue. Vuole essere certo di portare a casa sua figlia, visto che nel nido c’erano più bambine». La Nonna materna, presente nel momento del cambio pannolino ha dichiarato  «Non è stato uno scambio di tutine ma uno scambio da femmina a maschio. Scoprirlo è stato scioccante. Abbiamo voluto l’esame del Dna perché ci sono troppi dubbi, cioè sei parti tra cui cinque femmine e un maschio. Spero che chi ha sbagliato, ne paghi le conseguenze. Un giorno così bello è diventato un incubo». Tutti i familiari, spiega la nonna materna, sono rimasti increduli di fronte a un episodio così sconcertante. «Abbiamo chiamato la polizia per capire come sia potuta accadere una cosa così terribile. Avere un bambino per mezza giornata tra le braccia e fare quella scoperta ci ha sconvolto».

- See more at: http://www.occhiodisalerno.it/cronaca/salerno-bambini-ruggi-scambio/#sthash.Fqf0REsY.dpuf

Google, con un valore del marchio di $ 109,5 Mld, è il brand che produce maggiore fatturato al mondo, come emerge dalla Brand Finance Global 500, la classifica annuale della società di consulenza strategica e valutazione. La Global 500, oltre ad ordinare i brand per valore monetario, individua anche i marchi più forti, cioè quelli che possono influenzare maggiormente la crescita dell’Enterprise Value. In questa seconda classifica Lego ha sostituito Disney diventando il marchio più forte del mondo. Per determinare il valore di un marchio, Brand Finance prima determina la forza, cioè la solidità, del brand, analizzando fattori come gli investimenti in ricerca & sviluppo, asset durevoli e marketing; il ritorno d’immagine; fatturato e margini. La forza del marchio serve a determinare la percentuale di ricavi complessivi attribuibili al marchio.

Valore del marchio

Il valore del marchio Google è aumentato, nel corso 2016, del 24%, mentre quello Apple è diminuito del 27% riducendolo a $ 107,1 Mld. Google non dominava la classifica dal 2011. La società rimane leader incontrastato nella ricerca web, che è il cardine della sua raccolta pubblicitaria. I ricavi pubblicitari sono aumentati del 20% nel 2016 in quanto i budget sono sempre più orientati al web e Google ha la capacità di approfittarne.
Apple ha lottato per mantenere la superiorità tecnologica, ma nuovi iPhone hanno ridotto i rendimenti e ci sono segnali che l’azienda ha raggiunto il punto di saturazione. Il mercato cinese, dove Apple ha avuto una quota di mercato dominante, sta diventando molto più competitivo con gli attori locali che entrano nel mercato in modo significativo. Secondo le previsioni degli analisti finanziari, anche Samsung, nonostante le buone quote di mercato, dovrebbe ridurre fatturato e margini.

(fonte http://www.ninjamarketing.it)

 

Crea la tua app in pochi minuti. Facile ed intuitivo

Create iPhone Apps in Minutes.
Wix.com INT

Il tuo prossimo capo? Un robot

Siamo abbastanza abituati all’idea che in un futuro non troppo lontano i robot sostituiranno gli esseri umani in svariate mansioni (vedi i robot camerieri, cuochi, etc). Ma riuscite a pensare di essere sottoposti al controllo di un robot a lavoro? Eppure il capo robot potrebbe essere un must nel prossimo futuro.

La motivazione che sta alla base di questa innovazione è solo una: superare i problemi che possono nascere quando nei boss subentra l’emotività umana.

Ad annunciare lo sviluppo di un’intelligenza artificiale, programmata per il comando e la gestione aziendale, è il più grande hedge fund del mondo, Bridgewater Associates. 
Il team si chiama Sytematized Intellingence Lab e sarà guidato da David Ferrucci (che ha già partecipato allo sviluppo di Watson, l’IA di IBM). Accanto a lui ci saranno alcuni dei migliori programmatori specializzati in Data Analytics e intelligenza artificiale del mondo.
l nome del capo robot è PriOS e sarà programmato per reclutare, organizzare e in certi casi anche licenziare gli impiegati dell’azienda nel modo più razionale ed imparziale possibile. E in effetti sembrerebbe essere proprio quest’ultima la motivazione principale alla base dello sviluppo di PriOS.
Secondo uno studio condotto da DARE2 e Bloch & Ostergaard, aziende di consulenza danesi, un terzo dei lavoratori statunitensi preferirebbe un capo robot a uno umano. Questi dipendenti sostengono, infatti, che una macchina sia più affidabile e imparziale nelle valutazioni delle prestazioni.

Tuttavia se fino ad ora non sono stati usati robot per le posizioni di gestione aziendale un motivo ci sarà. In primo luogo non esiste alcuna tecnologia in grado di cogliere la psicologia delle dinamiche di gruppo, per non parlare della capacità di motivare le persone a fare del proprio meglio.

In sostanza, sarà il caso di sostituire un cuore e un cervello umano con un software?

 

(fonte ninjamarketing.it- www.ninjamarketing.it)

Internet ha portato innumerevoli vantaggi alla nostra società, ma tra gli aspetti negativi troviamo i costanti attacchi alle nostre reti e ai nostri singoli pc. In questa sezione trovi i programmi per proteggere i computer con sistema operativo Windows dai vari pericoli informatici: malware, phishing, siti infetti e ogni altro tipo di attacco. AVG è uno dei marchi più famosi nel settore degli antivirus, con ottimi risultata in classifica. AVG  rientra nella lista degli antivirus più utilizzati e conosciuti al mondo. Si tratta di un programma ben fatto che riesce a bloccare i principali virus e malware senza appesantire il pc. Oggi si contano più di 300.000.000 utenti attivi che hanno preferito questo software..https://www.pcrisk.it/images/stories/av2015/avg2015/avg2015-main.jpg

AVG Internet Security , La migliore protezione antivirus offerta da AVG . Include funzionalità per la privacy, per proteggere i tuoi dati privati

 

Everbuying INT

Neu! Bitdefender Advanced Business Security

Nuovo Iphone 8

Sembra che i modelli che saranno lanciati dalla casa di Cupertino possano essere addirittura quattro.
La Apple  sa bene che deve stupire il suo pubblico se vuole mantenere la leadership nel mercato dei top gamma: la concorrenza è sempre più agguerrita e non si parla più soltanto di Samsung, ma anche di molti marchi cinesi che, oramai, hanno raggiunto un livello hi-tech davvero elevato. Ebbene, i rumors che discutiamo oggi riguardano il numero di modelli che potrebbe essere lanciato e, ancor di più, la questione del nuovo sensore Synaptics.  i modelli in arrivo nel 2017 potrebbero essere quattro. Si tratterebbe, in effetti, di due versioni di aggiornamento dell’attuale top gamma, dunque iPhone 7S e iPhone 7 Plus, e di due varianti del futuro flagship, iPhone 8 e iPhone 8 Plus. A nostro avviso, sembra realmente difficile che l’azienda di Cupertino possa optare per questa scelta: si tratterebbe di una strategia di marketing ‘suicida’, nella misura in cui sarebbe la stessa Apple a fare concorrenza ai suoi prodotti.
I rumor parlano di una data d’uscita fissata al 2017, quando Apple festeggerà il 10° anniversario dall’uscita del primo iPhone. Si susseguono senza sosta, tra ipotesi, conferme e smentite, anche di quelli che sono i progetti di Cupertino riguardo il design e le specifiche tecniche del prossimo iPhone 8. Stando agli ultimi rapporti iPhone 8 si preannuncia essere un successo commerciale senza precedenti per Apple.

Come previsto e largamente anticipato prima della presentazione dell’iPhone 7, il nuovo top class di Apple non ha segnato una rivoluzione nel mondo degli smartphone. Con caratteristiche tecniche e prestazioni elevate, doppia fotocamera e novità sul fronte degli accessori, l’iPhone 7 ha accontentato gli utenti, lasciando però insoddisfatto chi si aspettava un device davvero innovativo

loading...
Offerte voli e low cost
Banner gennaio 2017 Image Banner 120 x 600
Ad
Stampa Stampa | Mappa del sito
© MiBa 20093 Cologno Monzese Policy sui cookie