Pillole Azzurre 

Non sempre il bel gioco premia. Non sempre l'obiettivo viene centrato da chi merita.

L'esempio è rappresentato dall'ultima giornata del campionato di calcio di Serie A.

Il Napoli ha dato ancora una volta lezioni di calcio a Marassi vincendo per 4-2 contro una buona Samdoria.mentre all'Olimpico la Roma ha giocato una brutta partita ma vincendo per 3-2 contro un mediocre Genoa , che pure ha onorato la partita. Il Napoli deve solo recriminare sui punti persi con squadre che addirittura sono già retrocesse. 2 punti col Palermo , 2 col pescara e 2 col Sassuolo che non aveva nulla da chiedere al campionato.

Siamo cionvinti che se il campionato durava altre 3 giornate non ce n'era per nessuno :Juve compresa !

Grazie Napoli

Mancano 2 giornate (Fiorentina e Sampdoria) per sperare nel secondo posto . oltre alla speranza  di qualche passo falso della Roma. 

 

 

De Laurentis , clausola rescissoria per Sarri. Poi Higuain 

E' cosi DeLa blinda anche l'allenatore Sarri. Clausola rescissoria da 8 milioni di euro , che per un allenatore di calcio son tanti .Niente se paragonati ai 90 e passa milioni per Higuain. La clausola rescissoria apparentemente una sorta di blindatura è invece un prezzo fisso di un cartellino di un calciatore. Prima i calciatori si dicevano incedibili ora c'è la clausola rescissoria che viene posta ben più alta di quello che è il valore attuale del calciatore. Il patron del Napoli , approfitta per rispondere al dito puntato di Higuain nel corso dell'ultimo match contro la Juve accusandolo che "ha cercato di farsi il bello verso i tifosi addossando la colpa ad altri. " . RIcordate la frase di Higuain " ES TU COLPA"? De Laurentis continua sostenendo che i tifosi non sono ignoranti e riconoscono chi sono i veri traditori e da che parte sta il torto. 

Per Mertens c'e stata una proposta sostanziale di aumento ingaggio ma tutto dipende dalla sua signora. Si parla di futuro e rinforzi soprattutto in ambito difesa: piacciono Andrea Conti dell'Atalanta e Patrick Schik , classe 96 della Sampdoria.

 

 

NAPOLI-JUVENTUS , 1-1

 

Erano  in 60 mila stasera al San Paolo a fischiare e a intonare cori di sfottò al pipita Higuain. Da Torino hanno subio fatto   sapere che Gonzalo si sareppe tappato le orecchie. Fatto sta che più che qualche guizzo nel primo tempo , non ha fatto vedere più niente fino a giocare la seconda metà della partita in splendido anonimato.  E' stata  una bella partita senza errori arbitrali e recriminazioni da una parte e  dall'altra. Con gli occhi puntati di tutta la stampa internazionale , come era evidente: le due compagini si danno appuntamento a mercoledì per il ritorno di Coppa Italia. Di fronte la migliore difesa (Juventus) ed il migiore attacco(il Napoli)

Il match si apre quasi subito con un guizzo di Pjanic che imbecca Khedira ed è goal . Doccia fredda per i 60 mila del San Paolo e per gli azzurri che reagisconosubito  crescendo  nel fraseggio e nella gestione della palla. La Juve oltre il goal non ha creato altre occasioni nel corso della partita e si è difesa con estrema sicurezza ed efficacia. Più  occasioni da goal nel corso della partita con Hamsik, Insigne e Mertens ma il goal del pareggio era nell'aria , ed è arrivato a seguito di un bel fraseggio degli azzurri. Ad infilarla dentro il capitano , Marek Hamsik che fa esplodere il San Paolo. 

Alcuni dati statistici :

Supremazia territoriale: 79-21 

Palloni giocati in area 49-13

Tiri 15-3

Occasioni 5-1

 

Appuntamento a mercoledì

Napoli-Real Madrid probabili formazioni ,7 marzo 2017

 

Napoli (4-3-3) –  Reina; Hysaj, Raúl Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, A.Diawara, Hamsik; Callejón, Mertens, L.Insigne. All. Maurizio Sarri

Real Madrid (4-3-3): K.Navas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Modrić, Casemiro, Kroos; Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo. All. Zinédine Zidane

 

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/02/Juventus_v_Real_Madrid,_Champions_League,_Stadium,_Turin,_2013.jpg/1024px-Juventus_v_Real_Madrid,_Champions_League,_Stadium,_Turin,_2013.jpg

ROMA (RM). Gli azzurri tornano a raccogliere punti pesanti in campionato, all'Olimpico di Roma arriva un successo importante per il morale degli uomini di Sarri. Un grande Mertens stende i giallorossi, ai quali non basta Strootman, ora il secondo posto è a soli due punti.

 

 

PROBABILI FORMAZIONI   Juventus-Napoli ,20.45 28 febbraio


Juventus (4-2-3-1): Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Asamoah; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All Allegri


Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Rog, Diawara, Zielinski; Hamsik , Milik, Mertens. All Sarri

Su con la testa Napoli !

Non era questo il momento. Non era questo il momento per un attacco interno alla squadra. Criticare l’allenatore ed i calciatori . Le scelte dell’allenatore , i momenti, le tattiche . Sarri che fino alla partita

col Real Madrid era osannato e richiesto da ogni parte. Il paladino del nuovo calcio champagne. Gli attacchi non sono venuti da tifosi qualsiasi , ma dal numero uno , dal patron del Napoli : De Laurentis.

Eppure il Napoli ha perso contro il Real non contro una squadretta di bassa fascia. Eppure qualche settimana prima c’era stato il pareggio interno col Palermo, ma poi è bastata una goleada la

settimana successiva ed è stato messo tutto a tacere. Esaltandosi per il migliore attacco degli

ultimi 50 anni . Ma la storia ci insegna che i campionati si vincono con le migliori difese, Juve docet.

Il mese tremendo del Napoli è iniziato con la sfida del Bernabeu dello scorso 15 Febbraio , passando per il San Paolo contro l’Atalanta (non chiamatela più rivelazione la squadra bergamasca, ora è una solida realtà).Poi c’è la Juve in coppa Italia e poi la Roma all’olimpico e poi il ritorno  contro i galattici e pluri decorati spagnoli.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/69/SSC_Napoli_-_N.jpg

La squadra contro il Real ha giocato con paura quasi reverenziale e la cosa strana che anche contro i bergamaschi l’approccio è stato simile. Alcuni calciatori erano sotto tono , alcuni sotto pressione , alcuni timorosi ed altri con la testa altrove.

Un giudizio ed un analisi obiettiva ci porterebbe a dire che il Napoli ha perso contro le squadre più forti : Juve, Roma, Atalanta(andata e ritorno) e Real. Ma ha perso anche tanti punti con squadre la cui forza era nettamente inferiore, Ecco al di là di ogni cazzimma non bisogna recriminare per le sconfitte meritate con le quadre più forti ma andare a vedere e risolvere se possibile quei limiti e le cause che hanno fatto perdere punti altrove. La rosa della squadra è molto più ricca al confronto degli anni precedenti , ma è la difesa che deve essere reiventata , anche perché la maggior parte delle reti subite sono degli autentici omaggi offerti agli avversari.

Il Napoli ha perso sinora 4 partite , di cui 2 in casa(l’anno scorso ha chiuso il campionato con 6 sconfitte ma tutte fuori casa ed un secondo posto). Nulla è perduto , la champions (qualificazione per il prossimo anno ) è lì. E la squadra ha bisogno solo di sostegno e spinta proprio da quel San Paolo che è sempre stato il 12mo uomo in campo e soprattutto  dal proprio patron , DeLa.

20:45 Real Madrid-Napoli 

"Per noi è una sfida impossibile, ma non accetterò una prestazione timorosa dei miei, e non snatureremo il nostro calcio" Così Maurizio Sarri alla vigilia della sfida dell'anno contro il Real.  Non è una sfida che vale una stagione,perchè il Napoli parte sfavorito contro i galattici spagnoli , ma sarà una sfida in cui gli azzurri gocheranno alla pari.


I tifosi partenopei che assisteranno alla partita nel settore ospiti dello storico stadio sono circa 4mila. Il numero di supporter del Napoli sale complessivamente a 10mila se si tiene conto anche di quelli che sono riusciti ad assicurarsi un posto in altri settori.Purtroppo, non è prevista la trasmissione in chiaro in tv del big match. Canale 5 manderà infatti in onda un'altra partita degli ottavi di finale stasera, martedì 14 febbraio. Potranno assistere alla partita in diretta televisiva soltanto gli abbonati a Mediaset Premium Sport. 
Il calcio d’inizio del match è previsto per le ore 20.45. Purtroppo Mediaset ha scelto di non trasmettere in chiaro Real Madrid-Napoli su Canale 5 o Italia 1.

Genoa aggressivo in avvio di gara sul piano dell’intensità: dopo pochi secondi Koulibaly sbaglia in disimpegno ma recupera in scivolata su Lazovic, pronto a servire l’assist vincente. Bene gli uomini di Juric anche sul versante sinistro: ottime le sovrapposizioni di Laxalt sul movimento a rientrare di Palladino. Napoli in confusione: al 17’ minuto concede corner, stacca Gentiletti ma manda a lato. Altra chance per gli ospiti al 20’: Simeone scappa a Koulibaly e calcia ad incrociare con potenza, palla appena alta. Prima conclusione partenopea al 29’: Insigne si accentra e batte dalla media distanza, palla alle stelle. La grande chance arriva al 33’: sovrapposizione e gran cross di Ghoulam per l’accorrente Koulibaly, girata volante e buona coordinazione, palla di poco a lato della porta difesa da Lamanna. Conclusione spettacolare di Insigne al 36’: ben servito da Zielinski, calcia a giro sul primo palo ma vola l’estremo difensore rossoblu a dirgli di no. Ben due sostituzioni forzate per il Genoa di Juric: infortuni per Gentiletti e Veloso, al loro posto Orban e Cataldi. Vicino al gol Insigne allo scadere: puntata centrale della squadra di Sarri, gran recupero di Laxalt che costringe l’attaccante partenopeo al colpo di punta, palla fuori, ci prova anche Giaccherini sullo scarico di Hamsik ma calcia debolmente tra le braccia di Lamanna. Si va all’intervallo sul risultato di 0-0.SECONDO TEMPO – Si riparte senza ulteriori sostituzioni: Sarri ne ha tre a disposizione, a Juric ne resta appena una. Al 5’ minuto il Napoli trova la rete del vantaggio: sfonda Mertens in area di rigore ed il Genoa allontana a fatica, irrompe sul pallone Zielinski che arma il mancino e fa centro all’angolo alla sinistra dell’incolpevole Lamanna. Subito altre tre chance per raddoppiare: le prime due se le procura Mertens, dribbling pazzesco in piena area ed un pizzico di egoismo nella conclusione, appena dopo Diawara calcia con gran potenza dal limite, palla che esce di poco. Assedio Napoli: grande trama da corner al 10’ e Koulibaly vicino al gol con un colpo di testa poco fortunato, il Genoa prova a rispondere al 16’ sull’asse Taarabt-Hiljemark, bene Reina nella lettura della traiettoria. Napoli ancora vicino al bis: fa tutto Insigne che si accentra e calcia a giro come suo solito, Lamanna si estende e respinge. Al 23’ minuto arriva il meritato raddoppio del Napoli: movimento strepitoso di Mertens che fa secco Burdisso e concede l’assist al bacio a Giaccherini, per cui è un gioco da ragazzi depositare in rete a porta sguarnita.

Napoli spettacolo . Strapazzato il Bologna 

Gol e spettacolo targati Napoli di Sarri nel primo anticipo della ventitreesima giornata di Serie A. Gli azzurri hanno dominato la sfida in casa del Bologna, strappando tre punti con un perentorio 1-7. Hamsik, autore di una tripletta, e Insigne indirizzano il match nei primi sei minuti, Destro sbaglia un rigore prima della tripletta di Mertens. Di Torosidis il gol rossoblù. Espulsi, entrambi nel primo tempo, Callejon e Masina. „ Gli uomini di Sarri sommergono di reti i rossoblù dell'ex Donadoni, con capitan Hamsik e Mertens letteralmente scatenati e autori di una tripletta a testa. http://www.calciomercato.napoli.it/wp-content/uploads/2016/12/hamsik-napoli-356x364.jpg

A completare la festa il goal di Insigne. "Siamo una squadra forte, stiamo crescendo e non molleremo nulla". E' una grande giornata per Marek Hamsik che ha segnato la sua prima tripletta in carriera ed anche il gol numero 109 in azzurro che lo porta alle spalle di Maradona nella classifica dei bomber. "Sono felice, aver segnato una tripletta è un mio trofeo personale, mentre è un onore essere dietro Maradona". "Stasera abbiamo disputato una grande partita, si vede che siamo sempre più consapevoli della nostra forza ed abbiamo fornito una prestazione stupenda su un campo difficile". Una vittoria costruita con la determinazione e la giusta rabbia sportiva". Maurizio Sarri analizza questo netto successo del Napoli a Bologna più con i connotati della mentalità che della tecnica e dello spettacolo. "Sono soddisfatto e contento della prestazione di oggio, ma allo stesso tempo provo un pizzico di rabbia perchè oggi abbiamo avuto le stesse palle gol di quelle create col Palermo. Oggi le abbiamo concretizzate quasi tutte, la settomana scorsa no. Questo significa che abbiamo avuto cattiveria sotto porta e maggiore concentrazione e brillantezza".


 

Napoli batte Sampdoria per 2-1 .Coppa Italia

I tifosi possono essere soddisfatti per lo spettacolo visto in campo oggi. Un calcio molto interessante, l'opposto della noia. Speriamo i giocatori non

perdano la loro passione e questa determinazione anche nelle partite future. La squadre ospite è quellla ad aver giocato meglio nel corso della partita.

La strategia dei padroni di casa è stato il controllo del ritmo della partita con il tiki taka, mentre quella degli avversari dipendeva della

solida difesa e del contropiede.

   

In Spagna temono il Napoli

L’ex ct della Nazionale Italiana e del Valencia, Cesare Prandelli, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, in cui, tra le altre cose, parla della prossima sfida tra il Real Madrid e il Napoli.
A proposito di confronti: tra poco il Real Madrid sfida la più spagnola delle italiane, il Napoli.
“E proprio per questo in Spagna il Napoli fa paura. Le dico solo che, quando nello spogliatoio abbiamo visto le partite di Champions, i giocatori mi hanno detto: “Questa è la squadra più forte d’Europa!”. Il Real non ha ancora vinto”.  Reduce dall’esperienza in terra iberica, il tecnico svela come “in Spagna invidino il Napoli al calcio italiano“. Sulla Gazzetta Parole d’elogio per la squadra di Sarri, prossima rivale del del Real Madrid in Champions, definita la più spagnola delle italiane: “In Spagna temono il Napoli, il Real non ha ancora ottenuto la qualificazione. Vi dico solo che, quando nello spogliatoio seguivamo la Champions, i giocatori mi dicevano che gli azzurri sono la squadra più forte d’Europa!”.Intanto incasso record per la sfida al San Paolo :superati i 5 milioni

Offerte voli e low cost
Banner gennaio 2017 Image Banner 120 x 600
Ad
Stampa Stampa | Mappa del sito
© MiBa 20093 Cologno Monzese Policy sui cookie